Recensione DJI Osmo OM5 Gimbal: selfie più intelligenti

Il DJI Osmo OM5 è l’ultima versione del sistema gimbal telefonico di DJI. Se vuoi girare video sul tuo telefono, hai bisogno di un gimbal. Questo supporto motorizzato mantiene il telefono fermo mentre rimbalzi. L’OM5 crea video fluidi e con una panoramica delicata che sembra molto, molto meglio del palmare. Non c’è molto qui per convincere i proprietari dei precedenti modelli DJI OM ad aggiornare, tuttavia, a meno che non abbiano un bisogno urgente dell’estensione in stile selfie-stick che mette il telefono a una distanza maggiore da te. Ma per coloro che non hanno mai usato un gimbal prima, è un’esperienza che apre gli occhi, rendendo i tuoi video molto più fluidi, più facili da guardare e semplicemente più belli, aggiungendo anche una gamma di nuove funzionalità e modalità di scatto.

(Credito immagine: DJI)

Recensione Gimbal DJI Osmo OM5: design e maneggevolezza

L’OM5 sembra una pistola di scena di un film di fantascienza degli anni ’70, con una maniglia di plastica arrotondata con diversi controlli per il pollice e un supporto per telefono pieghevole. All’estremità del supporto del telefono c’è una piastra magnetica a cui si attacca il telefono. Per utilizzare questo, si collega un morsetto a molla al telefono che ha una piastra magnetica corrispondente attaccata. Avvicinalo a quello all’estremità del braccio cardanico OM5 e i due si agganciano, tenendo il telefono in posizione.

Sembra un po’ una creazione di uno scienziato pazzo, ma funziona ed è abbastanza forte da contenere telefoni pesanti. L’ho testato con un Samsung Note 20 e un Samsung Fold 3, ed entrambi sono stati tenuti saldamente e saldamente in posizione durante i nostri test (anche se, ad essere onesti, DJI produce un elenco di dispositivi approvati per l’OM5, che non include il Piega 3). Va bene, ma personalmente vorrei avere una cinghia o un cavo di riserva in posizione nel caso in cui i magneti non siano abbastanza forti da impedire che il mio telefono da 1800 dollari cada quando lo sventolo, specialmente quando uso l’asta di prolunga.

Le versioni precedenti del gimbal Osmo includevano anche una piastra magnetica che si attaccava al telefono o alla custodia del telefono, ma ora è disponibile solo come componente aggiuntivo a pagamento. DJI mi ha detto che questo era perché hanno scoperto che le persone preferivano il morsetto a molla, in quanto non ha bisogno di essere collegato in modo permanente al telefono.

Ho scoperto, tuttavia, che questi telefoni pesanti hanno messo a dura prova il gimbal. A volte, i motori producevano un ronzio minaccioso durante il movimento, e ho avuto errori occasionali in cui i motori si sono surriscaldati e hanno smesso di funzionare per un po’.

L’aggiunta principale a questa nuova versione è la suddetta asta di prolunga; un bastoncino telescopico in stile selfie tra il manico e il supporto del cellulare. Questo può estendersi fino a circa 8,4 pollici in sei sezioni. Può essere usato come un selfie stick estendendo l’asta, quindi passa alla fotocamera frontale. Poiché l’asta di prolunga ha l’intero gruppo cardanico alla fine, la stabilizzazione funziona ancora, anche se non è così efficace in quanto i movimenti della mano tendono ad essere amplificati dalla lunghezza dell’asta, e c’è solo così tanto che il gimbal può fare per corretto per loro.

Tuttavia, ha altri usi oltre a scattare selfie. Con il controllo della panoramica e dell’inclinazione del telefono anche quando è esteso, puoi sparare colpi alti senza dover stare su una scala. Sicuramente rende il telefono una fotocamera più utile.

Non puoi davvero usare l’asta di prolunga per i colpi bassi. Quando ho provato, il gimbal non è stato in grado di spostare il telefono per orientarlo correttamente per girare video ad angolo basso a causa dei limiti di quanto il gimbal può spostare il telefono.

Leggi anche:  Recensione Realme 8 Pro: un telefono economico con una fotocamera decente

Il gimbal è controllato tramite una combinazione dei controlli fisici sull’impugnatura e dell’app DJI Mimo.

Supporto per telefono DJI Osmo OM5

(Credito immagine: DJI)

Recensione Gimbal DJI Osmo OM5: caratteristiche

L’OM5 richiede un po’ di pratica per essere utilizzato in modo efficace. Montare il telefono sul gimbal con il morsetto è abbastanza semplice ma funziona meglio senza una custodia per telefono. Una volta posizionato il telefono, accendi il gimbal tenendo premuto il pulsante della modalità. Il gimbal esegue quindi una breve routine di calibrazione, durante la quale sposta il telefono per capire dove si trova. Il controllo del joystick viene utilizzato per eseguire la panoramica e l’inclinazione del telefono mentre il gimbal corregge strette di mano e piccoli movimenti.

Accanto al joystick ci sono due pulsanti più piccoli: l’interruttore e i pulsanti di registrazione. La funzione del pulsante di registrazione è abbastanza ovvia, avviando un video o scattando una foto a seconda della modalità di acquisizione. Il pulsante di commutazione ha un paio di funzioni: premilo una volta e passa dalla fotocamera anteriore a quella posteriore. Premilo due volte e ruota il telefono dalla modalità verticale a quella orizzontale. Inoltre, un controllo a scorrimento sul lato dell’impugnatura controlla lo zoom della fotocamera.

Sopra il cursore dello zoom c’è il pulsante Modalità. premerlo una volta per controllare la batteria, due volte per mettere il dispositivo in modalità standby e quattro volte per cambiare modalità. Se tieni premuto mentre il gimbal è acceso, si spegne.

C’è anche un controllo trigger sulla parte anteriore della maniglia che attiva la funzione ActionTrack. Questo rileverà un oggetto in movimento nell’inquadratura (un volto o un animale) e lo seguirà, facendo una panoramica e inclinando la fotocamera per tenerlo nell’inquadratura. Premi il grilletto due volte e attivi il blocco del gimbal, che mantiene la fotocamera rivolta nella stessa direzione indipendentemente da dove ti muovi.

Altre funzioni sono controllate tramite l’app DJI Mimo. Puoi impostare il gimbal per tracciare e seguire un oggetto sullo schermo, bloccare l’inclinazione in modo che la fotocamera possa solo eseguire la panoramica e non inclinarsi su e giù o la modalità FPV, dove lo manterrà fermo e punti in avanti mentre cammini. Puoi anche controllare la velocità delle reazioni del gimbal e abilitare modalità di scatto speciali.

Queste modalità speciali includono Hyperlapse, in cui la fotocamera scatta una foto ogni pochi secondi e le combina in un video, producendo una sensazione di velocità lungo un percorso. Lo zoom dinamico crea quello che le persone del cinema chiamano un dolly zoom, in cui combini lo zoom in avanti con l’allontanamento della fotocamera per creare un aspetto drammatico C’è anche un’utile modalità panoramica, che ruota automaticamente la fotocamera, scatta tre foto e le combina in una singola sparo.

Inoltre, la modalità Storia ti guida attraverso la realizzazione di una serie di brevi video, quindi li modifica insieme attorno a un tema specifico, completo di musica e grafica animata. Tuttavia, questi rientrano nella categoria carina piuttosto che nella categoria utile.

DJI Osmo OM5 piegato

(Credito immagine: DJI)

Recensione Gimbal DJI Osmo OM5: prestazioni

Sono rimasto generalmente colpito dalle prestazioni dell’OSMO OM5, che ha fatto un ottimo lavoro nel rendere il video più fluido e attraente. Anche la funzione Active Track ha funzionato bene: premi il grilletto una volta e l’app identifica un oggetto in movimento nella cornice (come una faccia o un cane) e fa una panoramica del telefono per mantenere l’oggetto nella cornice. Tuttavia, non è perfetto e se la persona (o il cane) si muove troppo velocemente, può perdere traccia e devi trovarlo di nuovo facendo una panoramica della fotocamera e premendo ancora una volta il grilletto.

Leggi anche:  Recensione Sony Xperia L4: base su tutta la linea

Le funzioni fotografiche sono anche opzioni utili e talvolta divertenti. La modalità foto Panorama scatta una serie di foto (tre orizzontalmente in fila o una griglia di nove) e poi le unisce. Anche la modalità Clone Me è divertente: bastano tre scatti con un intervallo di tempo in modo da poterti spostare da un punto all’altro e poi li unisce in un’inquadratura ampia. Quindi, puoi essere nella stessa foto tre volte. Entrambi hanno prodotto risultati impressionanti e divertenti.

L’asta di prolunga è sicuramente una caratteristica interessante. Ti permette di mettere la fotocamera più in alto e più in basso rispetto a prima, così come lo scatto selfie standard. Tuttavia, fa fatica, specialmente con telefoni più grandi come il Note 20 Ultra che ho usato nei test. È un sacco di massa da spostare quando si compensano i movimenti, e i motori occasionalmente hanno prodotto un ronzio simile a quello di un’ape che è stato registrato dal telefono. I motori si sono anche surriscaldati un paio di volte, producendo un messaggio di errore e arrestando il gimbal fino a quando non si sono raffreddati.

L’app DJI Mimo è anche un po’ ruvida intorno ai bordi. Ho scaricato l’ultima versione dal sito DJI (versione 1.6.4) che ha funzionato abbastanza bene, ma ho ricevuto lo strano messaggio di errore o la notifica in cinese, soprattutto quando si utilizzavano le modalità di scatto speciali.

Alcune di queste modalità speciali sono anche compromesse da alcune scelte strane. Lo zoom dinamico, ad esempio, utilizza uno zoom digitale, in cui il programma ingrandisce il video ritagliandolo anziché utilizzare l’obiettivo zoom sul telefono. Ciò riduce significativamente la qualità del video e alla fine, quando ha zoomato in modo corretto, sembra che sia stato girato con una vecchia videocamera economica. È frustrante quando il telefono con cui abbiamo testato ha un obiettivo zoom molto decente che non viene utilizzato.

Mancano anche alcune funzionalità professionali che mi piacerebbe vedere. Non è possibile, ad esempio, programmare una mossa nel dispositivo che può essere ripetuta su richiesta, il che lo renderebbe perfetto per il lavoro con effetti speciali. Tuttavia, puoi programmare un time-lapse che si sposta o si inclina, spostandosi in un periodo compreso tra pochi secondi e 24 ore.

(Credito immagine: Richard Baguley)

Recensione Gimbal DJI Osmo OM5: verdetto

Ma non è perfetto. Ci vuole un po’ di tempo per imparare a usarlo e, sebbene l’asta di estensione sia fresca, esagera alcuni movimenti, il che peggiora l’aspetto del video. Se sei un utente OM4, non c’è davvero abbastanza qui per giustificare un aggiornamento, ma se sei stufo dei video traballanti del telefono cellulare e vuoi migliorare l’aspetto dei tuoi film di viaggio, è un’ottima scelta che non ti peserà fuori uso.

Il DJI Osmo OM5 è un eccellente gimbal e migliora la qualità dei video che giri con il tuo telefono. È anche abbastanza economico. Per $ 159 / £ 139, ottieni il gimbal, la borsa per il trasporto, il mini treppiede e il morsetto per fissarlo alla maggior parte dei telefoni. Si ripiega in un pacchetto compatto che si inserisce in una piccola borsa o custodia per fotocamera.

Come controllare il tuo telefono per il supporto USB OTG per collegare unità flash, controllare DSLR e altro

Rispetto ai prodotti Apple come iPhone e iPad, telefoni e tablet Android sono dispositivi molto flessibili. Ad esempio, puoi impostare una nuova schermata...

Recensione Honor 50: una storia di successo per smartphone

Se stai cercando un telefono di fascia media, questa recensione di Honor 50 potrebbe aiutarti a prendere una decisione. È un telefono elegante...

Recensione Motorola Moto G200: questo telefono è una centrale elettrica a buon mercato

Se desideri un telefono economico ma potente, questa recensione del Motorola Moto G200 è un buon punto di partenza. Riuscirà a far fronte...