Poco M4 Pro 5G Review: Power on a Budget

Schermo principale: FHD + (2.400 x 1,080) IP da 6,6 pollici, 90Hz CPU: MEDIATEK Dimità 810 GPU: MALI-G57 MC2 RAM: 4 / 6GB Storage: 64 / 128GB UFS 2.2 Battery: 5,000 mAh Telecamera posteriore: 50MP Main, 8MP ultra-largo Fotocamera frontale: 16MP OS: Android 11 Il marchio POCO di Xiaomi è di nuovo con il Poco M4 Pro 5G, il suo nuovo smartphone economico che vanta l’aspetto di un dispositivo più costoso. A circa $ 280 / £ 210, il Poco M4 Pro 5G è uno degli smartphone più convenienti sul mercato, e certamente una delle opzioni più economiche che offrono connettività 5G. Mentre il Poco M4 Pro 5G ha la sua giusta quota di carenze, non sono tutte così esclusive. Piuttosto, fa parte degli stessi inciampi che molti telefoni nella sua fascia di prezzo. Può essere eccessiva e sottomissione e sotto-consegna, ma è ancora un telefono ragionevolmente capace ad un prezzo modesto. Poco M4 Pro 5G Recensione: prezzo, data di uscita e cosa c’è nella scatola Il Poco M4 Pro 5G è un’aggiunta recente al mercato dopo un lancio l’11 novembre 2021. Il telefono ha un cartellino del prezzo di € 229 per il modello da 64 GB che viene a circa $ 280 / £ 210. Il pacchetto include il telefono con una protezione dello schermo pre-applicato, un cavo USB e un mattone di alimentazione 33W (con spina UE). (Immagine di credito: Xiaomi) Poco M4 Pro 5G Review: Design and Screen Nonostante un look di classe, il Poco M4 Pro 5G non è responsabile di vincere premi di progettazione. Il telaio e la schiena sembrano semi-metallizzati, anche se sono di plastica. Non ha una sensazione economica, fragile o vuota nelle mani, e vanta tutta la comparsa generale di altri telefoni di punta che costano il triplo il prezzo. L’area di visualizzazione è anche un passo avanti sopra un sacco di competizione di budget. Poco offre lunettine strette in tutto, con una cornice del mento un po ‘più spessa che gestisce di non essere troppo distraente. Su Top, una fotocamera Selfie Punch-Punch non interrompe troppo il display. C’è anche un paio di altoparlanti (anche se l’altoparlante inferiore è drammaticamente più forte di quello superiore) per audio stereo e un jack per cuffie. Mentre molti smartphone budget offrono un jack per cuffie, molto si accontentano di un singolo altoparlante. Le sue radici Xiaomi sono mostrate sul retro del telefono, poiché l’area della fotocamera del telefono prende in prestito il linguaggio di progettazione del recente Xiaomi MI 11 Ultra. Un’area considerevole nella parte superiore del telefono è scavata, anche se per lo più solo per uno spazio di branding e non per le massicce telecamere e display posteriore del MI 11 Ultra. Il POCO M4 Pro 5G ha un ambito di fotocamera considerevole in linea con la tendenza più recente, ma è ampiamente sprecato spazio. Il principale 50MP ha un grande spazio che è effettivamente sollevato sopra l’urto della fotocamera più grande. Il sensore ultra-largo è situato sotto quello in quello che potrebbe sembrare un array a quattro sensori a prima vista, ma in realtà è appena fianco dal flash, e poi due spazi di riempimento, uno con un punto rosso (simboleggiando una luce di registrazione, forse ?) E uno spazio che dice solo “Ai”. Sul lato positivo, alcuni marchi più economici hanno riempito spazi come quello con sensori falsi e Poco non lo ha. Fortunatamente, non ha optato per gli smartphone di punta del parrot utilizzando uno scanner di impronte digitali in schermo, né ha messo uno sul retro. Invece, il Poco M4 Pro 5G è andato con uno scanner di impronte digitali montato laterale integrato nel pulsante di accensione. È sostanzialmente più veloce dello scanner sulla mia galassia S20, e facile da trovare con il mio pollice. Ma perché può sbloccare il telefono con un semplice tocco (non una stampa), è facile sbloccare accidentalmente il telefono e quindi premere il pulsante per bloccarlo immediatamente e sospendere lo schermo. Detto questo, il telefono ha effettivamente un’impostazione per modificare questo comportamento in modo che l’impronta digitale si registrerà solo quando viene premuto il pulsante. Il display è un po ‘di una borsa mista. Da un lato, Poco ha fornito un grande display che beneficia dell’esperienza più fluida offerta da una frequenza di aggiornamento da 90Hz. Con un tasso di campionamento del tocco fino a 240Hz, il telefono si sente anche abbastanza reattivo durante lo scorrimento tramite pagine Web. Ma il display non è così lussuoso mentre Poco lo rende. Il pannello IPS è abbastanza brillante, ed è la risoluzione 1080 x 2400 è facilmente nitida abbastanza anche a 6,6 pollici. Ma il display ha angoli di visualizzazione poveri, con colore e luminosità che spostano drammaticamente se visualizzato da un angolo libero. Se dovessi provare a guardare uno spettacolo con qualcuno e ha messo il telefono tra voi due, sarebbe un’esperienza in gran parte degradata. Questa qualità visiva non è così rara al prezzo, ma Poco’s Own F3 offre un enorme aggiornamento del display (tra molti altri) solo per un piccolo aumento di prezzo. Poco includeva anche una caratteristica extra interessante sotto forma di un emettitore IR. Questo può essere utilizzato per accendere il telefono in un telecomando per TV, proiettori e persino condizionatori d’aria. C’è un’app che aiuta a configurare e gestire i vari telecomandi salvati. È stato abbastanza facile per lavorare per il potere e i controlli del volume, anche se non è riuscito a farlo funzionare per tutti i controlli della TV. (Immagine di credito: Mark Knapp) Poco M4 Pro 5G Review: hardware e prestazioni Il POCO M4 Pro 5G è progettato per perforare sopra la sua classe di peso (o classe di prezzo, in questo caso) con interni robusti che non ti aspetteresti dalla maggior parte dei telefoni a questo prezzo, e fa un lavoro competente di questo. La mediatek dimensionale 810 chip con leader di classe, ma non troverai un altro telefono per meno di $ 300 dondolo un chip così potente. Offrendo prestazioni ben bilanciate per l’utilità quotidiana, il Poco M4 Pro 5G ha successo. Apertura, funzionamento e passaggio tra le app si dimostra liscio come vorrei da qualsiasi telefono. Non è che tutto si apre in un batter d’occhio, ma non mi ritrovo a aspettare troppo a lungo né ci sono frequenti in ritardo mentre passerò tra i compiti. Nei benchmarks, il chipset ha ritardato un po ‘dietro lo Snapdragon 765G, ma esclude molto avanti a Snapdragon 662 che accelera il potere Moto G (2021). È interessante notare che chi cerca una forte esperienza di gioco può trovarlo qui. Lanciare le gare nell’asfalto equamente impegnativo 9, il Poco M4 Pro 5G può sbucare e balbettare un po ‘, ma una volta che la razza sta andando, è abbastanza liscia. Le termiche sono persino mantenute bene sotto controllo, con il telefono non andando mai oltre un po ‘caldo mentre il gioco. Il vantaggio di quell’operazione liscia è più facilmente realizzata grazie al display a 90Hz. Una cosa non aiutando così tanto quanto la memoria UFS 2.2 più datata. Mentre non mi sono trovato ad aspettare per sempre per lanciare app o grandi giochi in particolare, ho sicuramente sperimentato più velocemente. È disponibile in due capacità, un modello da 64 GB con 4 GB di RAM e un modello da 128 GB con 6 GB di RAM. Non è troppo squallido per un telefono a basso costo, e quelli che necessitano di più spazio di archiviazione hanno la possibilità di utilizzare una scheda microSD. C’è un supporto per oltre una dozzina di band 5G, che dovrebbe aiutarla a connettersi su una varietà di reti. Sono stato in grado di collegarlo alla rete 5G di T-Mobile, ma non è stato in grado di vedere le alte velocità che la rete fornisce intermittenza. Questo potrebbe semplicemente scendere al caso, però. (Immagine di credito: Mark Knapp) Poco M4 Pro 5G Revisione: fotocamera, sistema operativo e batteria Il POCO M4 Pro 5G viene eseguito Android 11, per fortuna, evitando di funzionare anche un sistema operativo. Viene fornito con MIUI, che non si sente come un’interfaccia overbearing o uno che cerca di reinventare Android. MIUI cambia la tonalità di notifica e le impostazioni rapide del sistema operativo. Piuttosto che avere una tonalità che combina entrambi, MIUI li ha separati, quindi un colpo di scorrimento sulla metà sinistra del telefono abbatterà un’ombra con solo le notifiche mentre un colpo verso il basso sul lato destro abbatterà un grande schermo di impostazioni rapide . Una volta che l’ombra è aperta, scorrere a sinistra oa destra può passare da un passo. L’ombra delle impostazioni rapide è anche abbastanza ampia, con un numero di scorciatoie di grandi dimensioni in alto, una serie di più piccoli al di sotto di quello e una raccolta di dispositivi domestici intelligenti e gruppi di dispositivi di cui al di sotto di quello. Ci è voluto un po ‘di regolazione per abituarsi, ma è una svolta abbastanza utile. Un lato negativo è che il telefono è arrivato con una buona quantità di software preinstallato, inclusa una manciata di giochi, app di social media e mercati online. L’apertura di due cartelle APP pre-fatte hanno anche allestito un elenco di “app promozionali”, vedere la pubblicità in modo efficace lavorare a destra sulla schermata principale. Il sistema della fotocamera è competente per il prezzo. Di solito è tutto ciò che chiederei da un telefono con un budget limitato, ed è un piacere vederlo vedere che a volte cattura uno scatto piuttosto decente. È ancora più impressionante vedere la modalità ritratto della fotocamera prendere uno scatto di qualità ora e poi. Immagine 1 di 14 (Immagine di credito: Mark Knapp) Immagine 1 di 14 (Immagine di credito: Mark Knapp) Immagine 2 di 14 (Immagine di credito: Mark Knapp) Immagine 3 di 14 (Immagine di credito: Mark Knapp) Immagine 4 di 14 (Immagine di credito: Mark Knapp) Immagine 5 di 14 (Immagine di credito: Mark Knapp) Immagine 6 di 14 (Immagine di credito: Mark Knapp) Immagine 7 di 14 (Immagine di credito: Mark Knapp) Immagine 8 di 14 (Immagine di credito: Mark Knapp) Immagine 9 di 14 (Immagine di credito: Mark Knapp) Immagine 10 di 14 (Immagine di credito: Mark Knapp) Immagine 11 di 14 (Immagine di credito: Mark Knapp) Immagine 12 di 14 (Immagine di credito: Mark Knapp) Immagine 13 di 14 (Immagine di credito: Mark Knapp) Immagine 14 di 14 (Immagine di credito: Mark Knapp) In condizioni luminose, la fotocamera primaria può ottenere una buona foto, ma poiché diventa più scuro, il rumore nelle foto rampra drammaticamente. I colori si sentono un po ‘insipidi e sottostrutturati ma non al punto di sentirsi irrealistici. La fotocamera ultra-larga è molto meno impressionante. Fornisce molta più copertura di una scena, ma la quantità di rumore e dettagli sfocati per i dettagli che catturano l’immagine molto peggiore in ogni caso. Detto questo, questo è tipico delle telecamere secondarie sui telefoni a questo prezzo. Fortunatamente, i selfie usceranno bene, poiché la fotocamera frontale scatta con chiarezza più simile al sensore primario sul retro Non contare su questo telefono per il video di qualità però. Nel mio test, frequentemente balbettò durante la registrazione, e i video risultanti spesso mostravano anche questa balbuzie. Questo era meno di un problema durante la registrazione in 720p a 30 fps, ma è una concessione deludente per creare una macchina fotografica che “può” registrare in 1080p a 60 fps. La durata della batteria è un punto forte per il Poco M4 Pro 5G. Ha un 5.000 mAh che regge facilmente attraverso un giorno intero d’uso. Gli utenti chiari probabilmente vedranno due giorni di vita dalla batteria. Il telefono supporta anche la ricarica rapida di 33W, ma non sono stato in grado di testare questo come il mattone di ricarica incluso nella scatola era per una regione diversa. Un caricatore PD da 65W che ho avuto a disposizione ha ricevuto il telefono da 0 a 100% in circa 105 minuti. (Immagine di credito: Mark Knapp) Poco M4 Pro 5G Recensione: verdetto Il Poco M4 Pro 5G è un degno telefono per le prestazioni che offre al suo prezzo. Il chipset Dimensity 810 è una stella sorpresa e disegna in modo efficiente dalla grande batteria per la potenza di tutti i giorni. La qualità vista sul display e offerta dalle telecamere potrebbe essere migliore, ma è alla pari per questo budget. Il più grande problema di Poco M4 Pro 5G potrebbe essere che il POCO F3 offre molto di più per un piccolo aumento del prezzo. (Immagine di credito: Mark Knapp)

Recensione di Honor Magic 4 Pro: potrebbe essere di nuovo magico?

Grazie per aver registrato Androidhow. Riceverai un'e -mail di verifica a breve. C'era un problema. Perfavore ricarica la pagina e riprova. ...

Oppo Find X5 Lite Review: lunga duratura e rapida

Grazie per aver registrato Androidhow. Riceverai un'e -mail di verifica a breve. C'era un problema. Perfavore ricarica la pagina e riprova. ...

Recensione di Realme C35: grandi caratteristiche a un piccolo prezzo

Grazie per aver registrato Androidhow. Riceverai un'e -mail di verifica a breve. C'era un problema. Perfavore ricarica la pagina e riprova. ...